Blog

Come riutilizzare i contenuti esistenti per vendere di più all’estero

Dopo avere investito tempo e denaro nello sviluppo di materiali di marketing efficaci, sarebbe un peccato non sfruttarli al meglio.

I tuoi contenuti web, i tuoi dépliant, video e blog post potrebbero mettercela tutta per farti guadagnare di più sui mercati stranieri. Perché limitarti al mercato nazionale? Le aziende in grado di raggiungere una clientela straniera possono offrire i loro prodotti e servizi ad un pubblico molto più vasto. Anche tu puoi. Continua a leggere

Come vendere a perfetti sconosciuti che non parlano neanche la tua lingua

Bene, hai un grande prodotto per cui il mercato straniero impazzirebbe, ma le vendite non vanno come meriteresti?

Almeno, suppongo che sia così, altrimenti non saresti qui. Se hai già più clienti di quanti puoi contarne, che pagano tutti fior di quattrini, allora congratulazioni! Se invece no, allora conoscerai anche troppo bene la preoccupazione e la frustrazione per le poche vendite all’interno del diffidente mercato domestico o del più distante e quasi inavvicinabile mercato straniero, incapace di comprendere il tuo prodotto. Continua a leggere

Vuoi un nome inglese per il tuo prodotto/servizio? Leggi prima questo!

Potrebbe sembrare una buona idea dare al tuo prodotto – o anche al tuo business – un nome inglese o uno slogan formato da parole inglesi. Forse all’interno del mercato nazionale assumerebbe un’immagine più esotica e darebbe un’impressione più incisiva a clienti di altri Paesi. Potrebbe essere un’idea brillante.

Ma riuscirai ad ottenere l’effetto desiderato? Continua a leggere

La via più breve per una grande traduzione

Bene, hai un testo importante di cui ti serve la traduzione in inglese. Come puoi avere la certezza di ottenere una grande traduzione senza perderci troppo tempo?

Dopotutto, se hai investito in un avvocato per stilare un contratto, sarebbe da matti buttare tutto al vento con una traduzione imprecisa o poco chiara. E se ti sei preso la briga di confezionare una brochure perfetta, allora non vuoi che tutto quel lavoro venga sprecato con una traduzione alla buona impacciata e amatoriale. È in ballo la tua reputazione. Continua a leggere

Il tuo sito, come lo vede il target straniero? Vedi tu in solo 2 minuti.

Stai provando ad organizzare la tua vacanza.

Stai cercando un hotel all’estero. Molti non hanno un sito web in italiano; non riesci nemmeno a capirli, figurati come farai a fare una prenotazione – insomma, è ovvio che non andrai lì.

Alcuni siti web una versione in italiano ce l’hanno, ma sembrano traduzioni automatiche fatte dal computer (o da una scimmia). Il testo è così difficile da capire che subentra la frustrazione, e così lasci perdere. Dopo una lunga giornata di lavoro e aver messo i ragazzini a letto, di energia ne è rimasta poca; se il sito non è facile da leggere, allora non ti interessa. Continua a leggere

Ti sei mai chiesto che effetto fa il tuo sito web a potenziali clienti?

“Se pensavi che quello non andasse, vieni a vedere questo”, esclamò Sarah dalla cucina, sorbendo l’ultima goccia di thé dalla tazza. “È un inglese comico: ‘Come and feel the call of laugh atnature’ ha ha ha! Ma ci mettono i lassativi nell’acqua? Questo lo possiamo scartare!”

“È buffo, perché sembrava proprio un bell’hotel dalle foto”. Mike inarcò un sopracciglio e aggrottò l’altro. “C’è la spa, la palestra, un menù interessante. Ma scritto così, non lo puoi prendere sul serio.”

“Esatto. Non voglio fare i salti mortali per farmi capire.”

“Che ne dici di quest’altro, però? Posizione magnifica, belle camere, e in effetti il sito è comprensibile.”

“Vediamo … Oh, adesso ci siamo. Credo che ci sentiremo a casa lì. Sì: questo!”

“Bene. Allora prenoto.”

Un copy non curato ti costa clienti

Continua a leggere